WWW.PIANETA-PROMESSO.ORG
"... le afflizioni di prima saran dimenticate, e saranno nascoste agli occhi miei. Poichè ecco,io creo de' nuovi 
cieli e una nuova Terra, non ci si ricorderà più delle cose di prima; esse non torneranno più in memoria. 
Rallegratevi,si,festeggiate in perpetuo per quanto io sto per creare ..."     profeta Isaia (65:16)
 
 
 
 

 

 

home
autrice
argomenti
bibliografia
english version

 

 

 

  

MORTE DI GESU' : DEICIDIO ? NO, OLOCAUSTO !

L'accusa cristiana di deicidio, rivolta agli Ebrei fino al Concilio Vaticano II (ottobre 1965),si basa sui 4 Vangeli sinottici che attribuiscono espressamente al Sinedrio ed agli abitanti di Gerusalemme (i mandanti) la responsabilità della crocefissione e della morte di Gesù  [Matteo 27:11-31; Luca 23:1-25; Giovanni 18:28-40; 19:1-16].
"... Maltrattato, umiliò se stesso, e non aperse la bocca.Come l'agnello menato allo scannatoio,come la pecora muta dinanzi a chi la tosa,egli non aperse la bocca.Dall'oppressione e dal giudizio fu portato via;
e fra quelli della sua generazione chi rifletté che egli era strappato dalla terra de' viventi e colpito a motivo delle trasgressioni del mio popolo?Gli avevano  assegnato la sepoltura fra gli empi,ma nella sua morte, egli è stato con il ricco,perché non aveva commesso violenze né v'era stata frode nella sua bocca. Ma piacque all'Eterno di fiaccarlo coi patimenti.Dopo  aver dato la sua vita in sacrifizio per la colpa,,egli vedrà una progenie, prolungherà i suoi giorni,e l'opera dell'Eterno  prospererà nelle sue mani. Egli vedrà il frutto del tormento dell'anima sua,e ne sarà saziato;per la sua conoscenza, il mio Servo, il giusto, renderà giusti i molti,e si caricherà egli stesso delle loro iniquità.Perciò io gli darò la sua parte fra i grandi,ed egli dividerà il bottino coi potenti,perché ha dato sé stesso alla morte ed è stato annoverato fra i trasgressori,perché egli ha portato i peccati di molti e ha interceduto per i trasgressori…”[Isaia 53,7 -12 ]
Per i Cristiani con queste parole Isaia profetizza la passione di Gesù che per la prima volta nella Bibbia viene proposto come “agnello sacrificale ”,ruolo  riconfermato dall’apostolo Giovanni ,nell’omonimo Vangelo e nell’Apocalisse,e dall’apostolo Pietro nella sua prima lettera (1 Pietro 1:19)
Dunque per il Cristianesimo,Gesù , persona innocente e mansueta ,è l’agnello sacrificale volontariamente immolatosi per liberare l’Umanità dalla schiavitù del peccato originale [ Genesi 3:1-7]
Quando in Gerusalemme ancora esisteva il Tempio,era usanza sacrificare un agnello nell’olocausto del sabato e di tutte le feste ;ma questi olocausti li potevano fare solo i sacerdoti!
Ma allora ,se questa era la regola,solo i sacerdoti del Tempio potevano sacrificare l’agnello Gesù!
E infatti furono i sacerdoti del Sinedrio che più di tutti si batterono per la crocifissione di Gesù:   
" ... E Pilato gli domandò:Sei tu il re dei Giudei? Ed Egli,rispondendo,gli disse:Si,lo sono.
E i capi sacerdoti l'accusavano di molte cose ... Ma i capi sacerdoti incitarono la moltitudine a chiedere che
piuttosto liberasse loro Barabba ... E Pilato,volendo soddisfare la moltitudine,liberò loro Barabba;e consegnò
Gesù,dopo averlo flagellato,per essere crocifisso ..." [Marco 15:2]            
Dunque condannando a morte Gesù, il Sinedrio,e in particolare i sacerdoti,hanno compiuto un olocausto perché stavano sacrificando l’agnello Gesù che si immolava volontariamente per liberare l’Umanità dalla schiavitù del peccato originale [ Genesi 3:1-7]
Stando così le cose,il Sinedrio,e in particolare i sacerdoti, non si devono più considerare gli uccisori di Gesù,ma i collaboratori di dio Jahveh nel progetto di salvezza dell'Umanità dall'autodistruzione [Genesi 2:15-17]
Ma ritornando all'accusa di deicidio,quali possono essere state le sue cause?
Secondo me sono state fondamentalmente due:
# non credere nella risurrezione di Gesù  
Pésah in ebraico significa passaggio.
La Pasqua ebraica ogni anno festeggia il passaggio dalla schiavitù  in Egitto alla libertà del popolo ebraico.
Invece la Pasqua cristiana festeggia il passaggio dalla schiavitù del peccato originale [Genesi 3:1-7] alla libertà.
In entrambi i casi il Liberatore è dio Jahveh: nel primo caso si serve di Mosè per liberare gli Ebrei dalla schiavitù in Egitto,nel secondo caso si serve di Suo figlio Gesù,l’agnello sacrificale,per liberare l'Umanità dalla schiavitù del peccato originale [ Genesi 3:1-7].
Dunque nella religione cristiana la Risurrezione è l'equivalente del passaggio del mar Rosso per gli Ebrei,ma anche il compimento della profezia fatta da dio Jahveh nel giardino d'Eden [Genesi 3:14-15]
E proprio per questi 2 motivi la Risurrezione per i Cristiani dovrebbe essere un fatto inconfutabile! E invece no!
Con mia grande meraviglia ho scoperto che non tutti i Cristiani credono nella risurrezione di Gesù,gli stessi Apostoli ci credettero solo quando Lo videro in carne ed ossa! Quindi figuriamoci per chi si deve accontentare di leggerla nei Vangeli!
Dunque per molti Cristiani Gesù non è Figlio di Jahveh,dio d'Israele ,ma solo il loro Capo carismatico che,essendo un comune mortale,
è morto e basta! Allora comprendo il perchè dell'accusa di deicidio:i suddetti cristiani,durante tutti questi secoli,hanno perseguitato gli Ebrei solo perchè i loro antenati hanno ucciso il loro Capo carismatico!Infatti sarebbe stato assurdo perseguitare gli Ebrei per l'uccisione di un "ex morto",per un Essere che ,grazie alla risurrezione,non è più tra i morti,ma tra i vivi!
# lettura acritica del Vangelo    
Invece una lettura critica del Nuovo Testamento evidenzia che Gesù stesso si è volontariamente consegnato al Sinedrio con il preciso scopo di farsi  uccidere [olocausto] per poi risorgere. 
Infatti Gesù,se voleva salvare l'Umanità dall'autodistruzione (Genesi 2:15-17), non poteva morire suicida,doveva per forza morire assassinato!  Perciò Gesù aveva bisogno di qualcuno che lo uccidesse [olocausto] altrimenti ,se ciò non fosse avvenuto, Egli non sarebbe risorto e così non avrebbe salvato l'Umanità dall'autodistruzione (Genesi 2:15-17). 
E questo qualcuno non poteva non essere che il suo popolo: gli Ebrei,definiti anche "il popolo eletto" proprio perchè dio Jahveh li ha coinvolti nel Suo progetto di salvezza dell'Umanità dall'autodistruzione [Genesi 2:15-17] 
" ...Da quell'ora Gesù cominciò a dichiarare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molte cose dagli anziani,dai capi sacerdoti e dagli scribi,ed  esser  ucciso,e risuscitare il terzo giorno.  
E Pietro,trattolo da parte,cominciò a rimproverarlo,dicendo: Tolga ciò Iddio,Signore; questo non ti avverrà mai.  
Ma Gesù,rivoltosi,disse a Pietro:Vattene via da me,Satana;tu mi sei di scandalo.  
Tu non hai il senso delle cose di Dio,ma delle cose degli uomini ... " ( Matteo 16:21)  
Ulteriori prove a sostegno della suddetta tesi è lo stesso comportamento di Gesù durante gli ultimi  mesi di predicazione: più volte i Giudei cercano di prenderlo per  ucciderlo,ma siccome l'ora dell'olocausto ancora non è giunta Gesù ,anzichè fuggire in Egitto (Matteo, capitolo2), 
si rifugia in Galilea : " ...Dopo queste cose,Gesù andava attorno per la Galilea;non voleva andare attorno per la Giudea perchè i Giudei cercavan d'ucciderlo ..." (Giovanni 7:1)  
Ma quando arriva l'ora di sacrificarsi per la salvezza dell'Umanità dall'autodistruzione (Genesi 2:15-17),Gesù non fugge più,ma va a Gerusalemme a consegnarsi al Sinedrio per farsi uccidere [olocausto] e poi risorgere:  
" ... Dette queste cose,Gesù fu turbato nello spirito,e così apertamente si espresse:  
In verità,in verità vi dico che uno di voi mi tradirà.  
I discepoli si guardavano l'un l'altro,stando in dubbio di chi parlasse .... Signore chi è ?  
Gesù rispose: E' quello al quale darò il boccone dopo averlo intinto.  
E intinto un boccone,lo prese e lo diede a Giuda figlio di Simone Iscariota.  
E allora, dopo il boccone , Satana entrò in lui.  
Per cui Gesù gli disse:Quel che fai [ tradirmi ] ,fallo presto.  
 ... Egli [ Giuda ] dunque, preso il boccone, uscì subito ..."  (Giovanni 13:21)
Quindi, poiché Gesù stesso si è volontariamente consegnato al Sinedrio con il preciso scopo di farsi uccidere [olocausto] per poi risorgere, il Sinedrio e gli abitanti di Gerusalemme  (i mandanti) non possono più essere considerati i suoi assassini, ma devono essere considerati,insieme ai soldati romani (gli esecutori), coloro i quali hanno involontariamente collaborato insieme a Gesù alla salvezza dell'Umanità dall'autodistruzione! (Genesi 2:15). 
Anche nella Genesi è implicito questo nuovo ruolo del Sinedrio e degli abitanti di Gerusalemme: 
"... Allora l'Eterno Iddio disse al serpente [Satana] : ..... E Io porrò inimicizia fra te e la 
donna,e fra la tua progenie  e la progenie di lei [Gesù,il Messia];  
questa progenie [Gesù,il Messia] ti schiaccerà il capo e tu le ferirai il calcagno".(Genesi 3:14-15)  
con queste parole dio Jahveh annuncia il Messia e profetizza quello che successivamente i 4 Vangeli sinottici narreranno: la morte e la resurrezione di Suo figlio Gesù che in questo modo libererà l'Umanità dalla schiavitù del peccato originale [ Genesi 3:1-7]..
" ...Dopo questo, Gesù, sapendo che ogni cosa era già compiuta, 
affinchè la Scrittura fosse adempiuta,disse: "Ho sete". 
V'era quivi un vaso pieno d'aceto; i soldati dunque,posta in cima a un ramo d'issopo una spugna piena d'aceto ,
gliel'accostarono alla bocca. 
E quando Gesù ebbe preso l'aceto,disse: E' compiuto! [Genesi 3:14-15].  
E, chinato il capo, rese lo spirito ...." (Giovanni 19:28)  
Perciò anche il Sinedrio e gli abitanti di Gerusalemme ( i mandanti) devono essere assolti dall’ accusa di deicidio perché senza il loro aiuto dio Jahveh  non avrebbe potuto salvare l'Umanità dall'autodistruzione! (Genesi 2:15-17).  
"Il sonno della Ragione genera mostri" e l'accusa cristiana di deicidio rivolta agli Ebrei ne è una tragica conferma !   
Ma ciò non giustifica minimamente la violenza fisica e psicologica alla quale noi cristiani abbiamo sottoposto gli Ebrei perchè,agendo in questo modo,noi cristiani abbiamo disubbidito a Gesù,il nostro Maestro :  
" ...Io vi do un nuovo comandamento : Che vi amiate gli uni gli altri.  
Com'io v'ho amati,anche voi amatevi gli uni gli altri.  
Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli,se avete amore gli uni  
 per gli altri ... " (Giovanni 13:34)  
"Ma allora - mi sono chiesta io - se il Sinedrio e gli abitanti di Gerusalemme (i mandanti) hanno involontariamente collaborato insieme a Gesù alla salvezza dell'Umanità  dall'autodistruzione (Genesi 2:15-17) perchè i loro discendenti ,nel corso dei secoli, sono stati sempre duramente perseguitati (antigiudaismo e antisemitismo) ?  E' una contraddizione! "  
Ma successivamente, ragionandoci sopra,mi sono resa conto che no,non è una contraddizione ! Infatti quando Gesù è morto e risorto oltre a salvare l'Umanità dall'autodistruzione (Genesi 2:15-17)  Egli ha anche sconfitto il Diavolo (Genesi 3:14-15) !  
Questo vuol dire che il Sinedrio e gli abitanti di Gerusalemme (i mandanti) ,oltre a collaborare con Gesù alla salvezza  dell'Umanità dall'autodistruzione (Genesi 2:15-17), ,hanno involontariamente collaborato con Gesù anche alla sconfitta del Diavolo (Genesi 3:14-15) il quale perciò si vendica perseguitando duramente i loro discendenti (antigiudaismo e antisemitismo) !  

 

 

                                       ULTIMA MODIFICA : agosto 2009

     __________________________________________________________________________________

                                        nota dell'autrice 
                                       questa mia tesi può essere riprodotta liberamente,sia in formato elettronico che su carta,
                                       a condizione che non si cambi nulla e che si specifichi la fonte :
                                       il sito web www.pianeta-promesso.org